L'International Brain Laboratory farà luce sui segreti del comportamento

Anonim

Per la prima volta, 21 importanti laboratori di neuroscienza in Europa e negli Stati Uniti hanno deciso di cooperare e coordinare i loro sforzi, come da tempo i fisici hanno fatto con il CERN.

Questo ha creato l' International Brain Lab (IBL), un gigantesco consorzio di ricerca che aspira a fare più luce sui segreti del cervello.

Gli scienziati, che vogliono spiegare in particolare come il cervello "genera" il comportamento, inizieranno con qualcosa che è comune a tutti gli animali e gli esseri umani: la raccolta di cibo.

Ad oggi, i singoli laboratori di neuroscienza di solito studiano una piccola parte dei circuiti neuronali del cervello. La nuova IBL "virtuale" proverà metodi più olistici.

"Questo è un nuovo approccio che è in grado di fornire nuove scoperte significative per il cervello e il comportamento", ha dichiarato Tobias Bonchefer, direttore del Max Neck Institute of Neurobiology, Nature.

Nel 2013, la Commissione europea ha lanciato un ambizioso progetto Human Brain della durata di 10 anni con un budget di un miliardo di euro, e nel 2014 il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha lanciato la Brain Initiative con un finanziamento iniziale di $ 110 milioni. Giappone, Cina, Canada e altri paesi hanno o stanno pianificando i propri programmi di ricerca sulle neuroscienze.

L'International Brain Laboratory è la prima neuroscienza stabilita a livello internazionale basata sul CERN . Combina sia neuroscienziati teorici e sperimentali che analisti di dati, e ha adottato una gerarchia di livelli e un processo decisionale collaborativo basato su riunioni scientifiche quasi quotidiane su Internet.

I neuroscienziati cercheranno di trovare una teoria unificata su come il cervello elabora le informazioni e le trasforma in decisioni e comportamenti, finendo, se possibile, con qualcosa di simile al modello standard standard già disponibile in fisica, con l'aiuto del CERN.

Ogni esperimento sarà ripetuto da almeno un altro laboratorio, utilizzando un protocollo comune, prima che i risultati siano resi pubblici. Tutti i risultati della ricerca saranno immediatamente aperti e disponibili per tutti i membri del consorzio di ricerca, eliminando così i sequestri di segretezza, che oggi distingue molti laboratori di neuroscienza.

(Fonte: RES-MPE)

Leggi anche:

Il cervello umano non funziona solo in tre dimensioni!

"Il codice del cervello per l'identificazione della persona è stato letto

La tecnica innovativa rileva l'invecchiamento del cervello

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più