Il recettore nel cervello apre la strada per curare l'epilessia

Anonim

Il "passaggio" di un recettore neurotrasmettitore molto importante nel cervello è il sodio, la principale sostanza chimica del sale, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori della McGill University in collaborazione con l'Università di Oxford.

Il "passaggio" di un recettore neurotrasmettitore molto importante nel cervello è il sodio, la principale sostanza chimica del sale, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori della McGill University in collaborazione con l'Università di Oxford.

Questo recettore, noto come recettore kainato, è essenziale per la normale funzione cerebrale ed è coinvolto in molti disturbi come l'epilessia e il dolore neuropatico.

Come pubblicato nella rivista Nature Structural & Molecular Biology, i nuovi risultati offrono nuove informazioni sulla funzione cerebrale, aprendo la strada a nuovi farmaci più efficaci.

L'equilibrio nell'attività dei recettori kainici è la chiave per mantenere la normale funzione cerebrale. Ad esempio, nell'epilessia, l'attività kainica è considerata elevata. Pertanto, i farmaci che fermerebbero questa attività dovrebbero essere vantaggiosi.

"Per decenni è stato pensato che l'interruttore di spegnimento di tutti i recettori del cervello fosse il luogo in cui è collegato il neurotrasmettitore", spiega il professor Derek Bowie e il suo laboratorio presso il Dipartimento di farmacologia e terapia della McGill University.

"Tuttavia, abbiamo scoperto un sito completamente diverso che collega gli atomi di sodio indipendenti e controlla quando i recettori kainici funzioneranno".

Questo è un progresso molto significativo, poiché le medicine spesso interessano molte aree, oltre a quelle in cui erano destinate ad agire, causando vari effetti collaterali.

"Ora che sappiamo come stimolare i recettori kainici, possiamo progettare farmaci che in realtà li disattivano", ha osservato il dott. Bowie.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più