La più violenta epidemia di morbillo negli ultimi 20 anni

Anonim

Nell'ultimo anno, 110.000 persone sono morte a causa di questa malattia, che è impedita dalla vaccinazione.

Secondo un recente rapporto delle migliori organizzazioni sanitarie del mondo, è la prima volta che un'epidemia di morbillo così estesa è stata registrata per circa 20 anni!

Eppure negli ultimi 20 anni, oltre 21 milioni di vite sono state salvate grazie alla vaccinazione contro il morbillo.

Nell'ultimo anno, le epidemie sono aumentate di oltre il 30% in quasi tutte le regioni del mondo e si stima che nel 2018 si chiuderà con un record ancora peggiore.

L'assurdo movimento anti-vaccinazione e l'inadeguatezza dei sistemi sanitari sono considerati le cause profonde dell'aumento vertiginoso del morbillo e delle sue complicanze.

L'America, l'Europa e il Mediterraneo orientale erano al centro della feroce epidemia, con la maggior parte dei casi in tutto il mondo.

Questo è più preoccupante per gli specialisti, poiché nelle aree geografiche sopra elencate il morbillo tendeva ad essere eliminato attraverso vaccinazioni di massa.

"Senza un'azione urgente e il riconoscimento delle popolazioni non vaccinate, rischiamo di tornare indietro di decenni nella gestione del morbillo", ha affermato il direttore esecutivo dell'Organizzazione mondiale della sanità, Soumya Swaminathan, sulla pubblicazione della petizione.

Il morbillo può essere prevenuto al 100% con il vaccino, mentre per la popolazione anestetizzata è una malattia estremamente contagiosa, capace di causare complicazioni gravi e portare alla morte. Polmonite, encefalite e perdita permanente della vista sono alcune delle complicanze del morbillo.

Per prevenire l'epidemia di morbillo in una regione, il 95% della popolazione dovrebbe essere coperto con il vaccino.

La situazione in Grecia

La Grecia era tra i paesi europei con la maggior parte dei casi di morbillo. Proprio il mese precedente, l'epidemia ha mostrato che sta entrando in una fase di recessione. Dall'inizio di ottobre, nessun nuovo caso è stato segnalato nel territorio.

Da maggio 2017 - quando l'epidemia internazionale si è interrotta - fino al mese scorso, erano stati segnalati 3258 casi di morbillo, con eventi più frequenti nel sud della Grecia. La stragrande maggioranza sono bambini piccoli provenienti da comunità Rom e persone della popolazione generale, principalmente nella fascia di età 25-44 anni che sono immuni al morbillo. I pazienti erano anche professionisti della salute che sono stati vaccinati o vaccinati.

Quattro pazienti sono deceduti per complicazioni del morbillo: un bambino nebulizzato di 11 mesi con una distrofia di base, un 17enne non controllato, un 35enne vaccinato con una sola dose del vaccino e un 18enne immunizzato con immunodeficienza.

Il vaccino contro il morbillo è stato incluso nel programma di vaccinazione obbligatoria e viene somministrato in due dosi nell'infanzia - l'infanzia. Nel momento in cui scade l'allarme epidemico globale, tutti coloro che sono nati dopo il 1970 e che hanno somministrato una sola dose del vaccino devono essere vaccinati.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più