Organizzazione mondiale della sanità: diffusione robusta della gonorrea resiliente

Anonim

La gonorrea (nota anche come gonorrea) sta diventando più resistente agli antibiotici, quindi il suo trattamento diventa sempre più difficile e in alcuni casi impossibile.

Gli scienziati dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), che hanno analizzato i dati di 77 paesi e hanno parlato di una "condizione molto seria", hanno messo in guardia .

La gonorrea è una comune malattia a trasmissione sessuale dovuta a un batterio (Neisseria gonorrea). Ogni anno si stima che circa 78 milioni di persone ne siano infette sui loro organi genitali, sull'ano o sulla bocca (la malattia viene trasmessa anche attraverso il sesso orale). Nelle donne, la malattia può causare gravi complicanze riproduttive, come la gravidanza extrauterina, l'infertilità, l'aumento del rischio di AIDS, ecc. La riduzione dell'uso dei preservativi a livello internazionale, l'aumento dell'urbanità, la maggior parte dei viaggi e le carenze di trattamento contribuiscono alla diffusione della malattia.

Inoltre, molte persone che sono infette dalla malattia non mostrano sintomi, quindi circolano senza diagnosi e trattamento, infettando altri. Si stima che circa un decimo di uomini eterosessuali e più di tre quarti delle donne e uomini omosessuali con gonorrea non abbiano sintomi facilmente identificabili.

"I batteri che causano la gonorrea sono particolarmente intelligenti : ogni volta che usiamo una nuova classe di antibiotici, i batteri si evolvono per sviluppare resistenza", ha detto lo scienziato riproduttivo umano dell'OMS, Dr. Theodora Yi. L'antibiotico più vecchio e più economico, maggiore è la resistenza dei batteri gonorrea ad esso. Già nei paesi sviluppati (Giappone, Francia, Spagna) sono stati trovati almeno tre casi in cui il trattamento della loro infezione è impossibile con uno qualsiasi degli antibiotici esistenti.

"Questi incidenti possono essere semplicemente la punta dell'iceberg, in quanto i sistemi diagnostici e di segnalazione necessari per le infezioni non trattate sono assenti nei paesi a basso reddito, dove la gonorrea è più comune", ha osservato il dott. Yi. Lo studio dell'OMS mostra una resistenza molto estesa alla ciprofloxacina (il 97% dei paesi ha riscontrato ceppi di batteri resistenti a questo antibiotico), aumenta la resistenza all'azitromicina (81% dei paesi) e la resistenza emergente al ricorso esistente, cefalosporine ampio spettro (66%).

Nella maggior parte dei paesi queste cefalosporine sono l'unico antibiotico che rimane efficace nel trattamento della gonorrea. Ma per quanto ancora ? Nel 2016 l'OMS ha raccomandato ai medici di somministrare due antibiotici (cefalosporine e azitromicina). Al momento della ricerca e dello sviluppo, ci sono attualmente solo tre nuovi candidati candidati alla gonorrea (solitromicina, zoliflodacina e gepotidacina), con il primo clinicamente avanzato, per il quale lo studio clinico di fase 3 è stato recentemente completato, mentre gli altri due hanno raggiunto alla fine della fase 2.

Lo sviluppo di nuovi antibiotici per la gonorrea non attrae particolarmente le aziende farmaceutiche, perché il trattamento viene effettuato solo per un breve periodo (diversamente dai farmaci a lungo termine). Una chiave per prevenire la gonorrea è un comportamento sessuale più sicuro, in particolare l'uso sistematico di un preservativo, che, secondo l'OMS, richiede uno sforzo maggiore per informare il pubblico. D'altra parte, non ci sono ancora test diagnostici economici e veloci per la gonorrea. L'OMS ritiene che ora ci siano quattro IST da cui potresti essere infetto e non lo sai per fermare la diffusione della malattia.

(Fonte: RES-MPE)

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più