Dieta oligotermica: il suo contributo all'anti-invecchiamento

Anonim

Una dieta basata sul consumo di poche calorie può migliorare la salute e, in particolare, prolungare la vita, come dimostrato dalla ricerca precedente.

Una nuova ricerca sui topi mostra per la prima volta che le diete restrittive possono influenzare il ritmo circadiano e il processo di invecchiamento.

Secondo i ricercatori, il ritmo circadiano cambia a causa dell'invecchiamento e i cambiamenti sono in parte basati sul metabolismo energetico delle nostre cellule.

In uno studio condotto su topi di 6 e 18 mesi, i ricercatori hanno trovato cellule più vecchie trattate in modo meno efficiente rispetto alle cellule più giovani.

Quando un gruppo di topi anziani ha ricevuto il 30% di calorie in meno per 6 mesi, il processo di energia è stato rinnovato, promuovendo un invecchiamento sano.

La ricerca è stata effettuata da scienziati dell'Università della California e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Cell.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più