La semplice abitudine che mantiene il cervello di 5 anni più giovane!

Anonim

Provalo e non te lo perderai!

Quando l'effetto del caffè del mattino inizia a indebolirsi e il tuo pranzo ti prende, non esitare a goderti un pisolino, poiché ti stimolerà e allo stesso tempo rafforzerà il tuo cervello!

La siesta del pranzo è per molte abitudini di tutti i giorni e i suoi benefici sono stati oggetto di numerosi studi scientifici. In questo contesto, i ricercatori della John Hopkins University e della George Meenon University hanno cercato qual è la durata ideale del sonno notturno per garantire benefici per la funzione cerebrale.

Secondo i risultati pubblicati nella rivista ufficiale della American Society of Geriatrics, dormire per circa un'ora mantiene il cervello più giovane, almeno tra gli anziani. Lo studio ha coinvolto quasi 3.000 cinesi di età superiore ai 65 anni. Ai partecipanti è stato chiesto se erano addormentati a mezzogiorno e per quanto tempo e anche la loro funzione cognitiva è stata valutata utilizzando vari test (aritmetica, memoria, ecc.). Chi ha detto di aver dormito sistematicamente a mezzogiorno per circa 60 minuti ha generalmente migliorato le prestazioni cognitive rispetto a coloro che non avevano pranzato nella loro vita ma anche a coloro che dormivano per più di 90 o per meno di 30 minuti.

Sulla base di questi risultati, i ricercatori hanno concluso che dormire "è probabilmente un parametro importante per l' ottimizzazione della funzione cognitiva negli anziani", riducendo "il rischio di dipendenza funzionale e scarsa qualità della vita".

La Third Age Health Foundation, un'organizzazione senza scopo di lucro fondata dalla American Society for Geriatrics, ha dichiarato in un comunicato stampa che la differenza tra gli anziani che dormono e quelli che non dormono o dormono troppo o molto poco corrisponde a " cinque anni di età cerebrale " .

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più