Dispnea: quando cercare assistenza medica

Anonim

La dispnea, ovvero la difficoltà affrontata da qualcuno che respira, è un sintomo grave, in quanto può essere dovuto a cause cardiache e polmonari.

Il paziente può descrivere mancanza di respiro come mancanza di respiro, incapacità di inalare profondamente o oppressione al petto.

Le cause cardiache della dispnea possono essere: cardiopatia ischemica, insufficienza cardiaca, aritmie, pericardite, ecc.

I problemi polmonari che possono causare mancanza di respiro sono asma, broncopneumopatia cronica ostruttiva, polmonite, cancro ai polmoni e così via.

Altre cause che possono causare dispnea includono avvelenamento, sclerosi multipla, carenza di ossigeno o soggiorni in alta quota e disturbi psichiatrici, ad es. un attacco di panico.

Quando dovrebbe vederti un dottore

Situazioni urgenti che dovrebbero portarti dal medico a valutarle sono:

- Dispnea e dolore al petto. Questa combinazione può essere dovuta a ischemia miocardica, infarto o possibile embolia polmonare.

- Dispnea e palpitazioni.

- Dispnea e grave tosse, febbre, emottisi.

- Mancanza di respiro dopo lo sforzo, ad es. una persona che stava salendo le scale di casa senza essere dispnea, e ora non ha bisogno di consultare un medico.

- Dispnea in una persona con una storia di malattia coronarica.

- Dispnea dopo una puntura d'insetto o assunzione di farmaci che possono causare shock anafilattico.

- Respiro corto durante il sonno.

- Dispnea al lavoro che può essere associata a asma allergico.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più