Tribunale di primo grado: i tagli ai medici dell'NHS e della PEDY sono incostituzionali

Anonim

Le decisioni anticostituzionali sono state prese dal tribunale di primo grado di Atene per i tagli salariali effettuati con il secondo memorandum (legge 4093/2012) ai medici del NHS e della First National Health Network (PEDY).

Come risultato di questa situazione, il Ministero della Sanità era ora obbligato a pagare enormi somme in modo retrospettivo e oltre a pagare gli interessi legali sui pagamenti in ritardo.

In particolare, il Tribunale Monopolitico di Atene (1009/2017) adotta essenzialmente il ragionamento della Corte, concludendo che le disposizioni salariali della legge 3205/2003 devono essere applicate ai medici del NHS e della PEDY, senza l'incostituzionale tagli imposti dalla legge 4093/2012 ".

I tagli in questione sono inoltre risultati contrari alle disposizioni dell'articolo 4, paragrafo 1 (uguaglianza) e 22 (1) (protezione del lavoro) della Costituzione, ma anche ai principi costituzionali di proporzionalità (articolo 25, paragrafo 1) e all'uguaglianza negli oneri pubblici (Articolo 4, paragrafo 5).

In altre parole, il tribunale di primo grado di Atene riteneva che la remunerazione da corrispondere ai medici della PEDY fosse quella degli stipendi dei medici dell'NHS senza i tagli della legge 4093/2012, che erano incostituzionali e, allo stesso tempo, riteneva che il calcolo dell'indennità di servizio (time-lapse) era illegale. Si noti che è la prima decisione dei tribunali civili di considerare incostituzionali i tagli di questi medici.

Pertanto, è stato riconosciuto che le differenze salariali dal 2015 sono dovute in modo retroattivo, il che ammonta a più di 30.000 euro per ogni medico che è stato portato in tribunale. È stato inoltre considerato che tutti i medici a tempo pieno ea tempo pieno dovrebbero ricevere lo stipendio dei medici del NHS a partire dal 18.11.2014 e non dal momento del loro ingresso in ritardo nel PEDY.

Più in particolare, i ricorrenti nei tribunali, con Yannis Toutziarakis, sono medici dell'EOPYY ed erano precedentemente in IKA con un contratto di lavoro pieno ed esclusivo di diritto privato indefinito e sono stati trasferiti dalla legge 4238/2014 alle posizioni stabilite nel paese stesso rapporto di lavoro. Ai sensi delle disposizioni della legge 4238/2014, entro 8 mesi dal completamento del loro trasferimento, dovrebbero essere valutati e classificati in posizioni di medici nel NHS per ricevere lo stipendio previsto. Tuttavia, la loro integrazione è stata completata con notevole ritardo.

Il tribunale di primo grado di Atene ha stabilito che, a partire dal 18 novembre 2014, le disposizioni salariali della legge n. 3205/2003 per i medici del SSN ai sensi dell'articolo 21, paragrafo 2 della legge 4238/2014 dovevano essere applicate a tali medici, tagli incostituzionali imposti dalla legge 4093/2012 ".

Infine, il Tribunale di primo grado ha riconosciuto che per il calcolo delle retribuzioni e delle indennità dei medici interessati dopo il novembre 2014 "le disposizioni della legge 3205/2003 devono essere applicate nella loro interezza, ma senza le modifiche e le riduzioni incostituzionali della legge 4093/2012 ".

Fonte: primo argomento

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più