Dieta: come ridurre il grasso nella pancia

Anonim

Una dieta corretta combinata con un regolare esercizio fisico è la coppia dinamica che ti darà il corpo che stai sognando.

Anche se è impossibile prendere di mira con l'aiuto della dieta nel grasso locale, David Zinczenko, autore della fortunata serie di libri Eat This, Not That! e il libro Zero Belly Diet, suggerisce alcuni consigli dietetici per sbarazzarsi più velocemente del "giubbotto di salvataggio" antiestetico.

Non dobbiamo dimenticare che sempre più ricerche dimostrano che l'obesità addominale, che è l'accumulo di grandi quantità di grasso nell'addome e intorno alla vita, è un importante fattore di rischio per dozzine di condizioni gravi come malattie cardiache, cancro, morbo di Alzheimer, fegato, diabete e ictus.

La dieta a ventre piatto di Zinczenko è progettata per combattere l'infiammazione, limitare il gonfiore e "disattivare" i geni responsabili dell'accumulo di grasso nel corpo.

La dieta del ventre piatto è basata sulla scienza della genetica nutrizionale (genetica nutrizionale). Questo settore riguarda il modo in cui determinati alimenti attivano o disattivano i geni che controllano il grasso.

All'inizio del 2014, Zinczenko ha esaminato l'effetto della dieta del ventre piatto su un gruppo di volontari ei risultati sono stati spettacolari: i partecipanti hanno perso in media 10 punti dall'addome entro 6 settimane.

La dieta del ventre piatto non limita le calorie e non impone privazioni, ma si basa esclusivamente sull'effetto di determinati alimenti sui nostri geni.

Le 9 categorie dietetiche proposte da Zinczenko sono le seguenti:

1. Bevande

Frullati da prodotti di origine vegetale che forniscono proteine, grassi sani, pianta e resveratrolo antinfiammatorio. Il resveratrolo si trova in grandi quantità nei frutti rossi (ad es. L'uva) e nel cioccolato nero.

2. Uova

Contengono un nutriente chiamato colina, che disattiva le cellule che controllano l'accumulo di grasso nell'addome.

3. Frutti rossi

Le mele, ad esempio, sono estremamente salutari. Più forte è il rosso del frutto, più efficace è disabilitare i "geni dell'obesità". Gli studi hanno indicato che i frutti rossi aiutano a controllare la tolleranza del corpo a glucosio e insulina.

4. Olio d'oliva e altri oli sani

Aiuta a controllare la fame per un lungo periodo (fino a 4 ore). La dieta mediterranea, in cui l'olio d'oliva è "protagonista", ha dimostrato molteplici benefici per la salute e contribuisce alla perdita di peso non necessario.

5. Fagioli, riso, avena e altre fonti di fibre

Loro "lavorano insieme" con i batteri gastrointestinali per disattivare i geni responsabili del diabete. Sono anche lentamente suddivisi dal tratto digestivo, per cui più energia (calorie) viene consumata durante il loro metabolismo.

6. Proteine ​​vegetali

Li troviamo in soia, lenticchie, semi e noci. Questi alimenti forniscono energia bloccando l'assorbimento dei grassi mantenendo lontano dalla fame.

7. Carne bianca pura (pollo, tacchino)

Mantiene il tasso metabolico a livelli elevati, prevenendo le voglie nel corso della giornata.

8. Verdure a foglia verde

Combattono l'infiammazione e inattivano i geni responsabili dell'accumulo di grasso nell'addome.

9. Spezie

La cannella e lo zenzero, ad esempio, calmano l'infiammazione e attaccano i "geni dell'obesità". Allo stesso tempo, migliorano la tolleranza del corpo all'insulina.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più