Donne e depressione: orario di lavoro che aumenta il rischio

Anonim

Le donne che lavorano per lunghe ore hanno maggiori probabilità di sviluppare depressione, secondo un nuovo studio scientifico britannico.

I ricercatori, guidati dal Dipartimento di Epidemiologia e Sanità Pubblica dell'Università di Londra (UCL), Tzilyan Weston, hanno analizzato 11.215 uomini e 12.188 donne, divisi in gruppi in base al numero di ore lavorate.

Allo stesso tempo, hanno subito una valutazione della loro salute mentale attraverso un questionario.

I ricercatori hanno scoperto che i fumatori, gli anziani e coloro che avevano meno soldi avevano i più alti tassi di depressione, il che era vero per entrambi i sessi. Si è inoltre riscontrato che gli uomini lavorano generalmente più ore rispetto alle donne, con quasi la metà (50%) rispetto all'orario di lavoro, mentre la percentuale di donne che ha lavorato sopra il normale era inferiore al 25%. Quasi la metà delle donne lavorava part-time, rispetto a solo il 15% degli uomini.

La maggior parte dei genitori sposati che non lavoravano più del normale, mentre i genitori maschi spesso lavoravano più ore. Più di due terzi degli uomini lavoravano nei fine settimana, mentre quasi la metà di loro lo faceva.

Non c'era differenza nei sintomi della depressione tra gli uomini che lavoravano più o meno ore. Ma il lavoro nei fine settimana era associato a sintomi più depressivi sia negli uomini che nelle donne.

La peggiore salute mentale di tutti (entrambi i sessi) erano donne che lavoravano complessivamente per più di 55 ore durante la settimana, specialmente se lavoravano ogni fine settimana o quasi tutti i fine settimana del mese. I ricercatori hanno sottolineato che le donne tendono a lavorare più a lungo o in professioni ben retribuite ma dominate da uomini o in lavori di servizio scadenti.

Queste donne sono inoltre gravate del tempo necessario per lavorare per la propria famiglia, il che aumenta il rischio di depressione. I ricercatori hanno sottolineato che, come hanno dimostrato studi precedenti, se si prendono in considerazione i compiti non retribuiti, le donne lavorano più degli uomini nella settimana.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Journal of Epidemiology & Community Health.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più