BPCO: la vitamina che dimezza le complicazioni fatali

Anonim

La broncopneumopatia cronica ostruttiva o BPCO comprende le condizioni polmonari, tra cui enfisema e bronchite cronica.

Quasi tutti i decessi per BPCO sono dovuti ad un improvviso peggioramento dei sintomi, spesso causato da infezioni virali delle alte vie respiratorie, secondo gli esperti.

Un nuovo studio scientifico della Queen Mary University di Londra ha concluso che la somministrazione di supplementi di vitamina D a pazienti con BPCO e carenza di vitamina D quasi dimezza la probabilità di complicanze potenzialmente fatali .

Gli scienziati hanno analizzato i dati di 469 pazienti con BPCO che hanno partecipato a studi clinici nel Regno Unito, in Belgio e nei Paesi Bassi.

La supplementazione di vitamina D è stata associata a una riduzione del 45% delle complicanze della BPCO in pazienti con carenza di vitamina D, ma non vi era alcuna riduzione in coloro che avevano livelli più alti di vitamina D, secondo il professore e ricercatore capo Adrian Martineau.

Gli integratori di vitamina D sono sicuri ed economici. "Questo è il motivo per cui sono un trattamento potenzialmente efficace in termini di costi e di costo che potrebbe indirizzare quelli con bassi livelli di vitamina D dopo gli esami di routine", ha osservato Martineau.

"Circa un quinto dei pazienti con BPCO nel Regno Unito - 240.000 persone - hanno bassi livelli di vitamina D", ha aggiunto.

In tutto il mondo, oltre 170 milioni di persone hanno la BPCO, che nel 2015 ha causato circa 3, 2 milioni di morti.

Un precedente studio della Queen Mary University ha scoperto che la vitamina D aiuta a proteggere da raffreddore, influenza e asma.

Lo studio è stato pubblicato nella pubblicazione scientifica Thorax.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più