La maggior parte degli ex medici IKA rimangono nel sistema pubblico, secondo il ministero

Anonim

Secondo il ministro della Sanità, il 60% chiude le loro pratiche e rimane nelle strutture dell'ex PEDY.

La questione riguardava un totale di circa 700 medici che rimasero nelle strutture e allo stesso tempo (sulla base di precedenti decisioni giudiziarie) mantenevano pratiche private. C'era una scadenza fino alla fine del 2018 per scegliere una pratica pubblica o privata. come ha detto il ministro Andreas Xanthos alla Camera, il 60% di loro ha scelto il sistema pubblico.

Ciò significa che 280 medici sono stati licenziati dalle strutture dell'ex PEDY, il che, naturalmente, crea ulteriori lacune, mentre allo stesso tempo altri 100 medici sono in attesa di andare in pensione.

Coloro che hanno optato per il sistema pubblico continueranno a lavorare nei polifonte, ora con pieno ed esclusivo status lavorativo.

In Aristotele sostengono che contro ciò che l'opposizione aveva previsto, l'assistenza sanitaria di base non sarebbe crollata.

Tuttavia, la Federazione pan-ellenica delle associazioni di sanità pubblica di sanità pubblica accusa la leadership del Ministero della salute di "politica anti-popolare" e avverte di "continuare la battaglia legale".

Secondo la Federazione, i medici che hanno licenziato hanno lavorato per oltre 25 anni in Poliatria e sono trascorsi alcuni anni prima del pensionamento.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più