Cosa specifica EOPY per la somministrazione di farmaci ospedalieri

Anonim

Dopo una serie di domande pertinenti, è stata emessa una circolare esplicativa. Ora viene fornita la certificazione piuttosto che un'opinione.

Secondo le attuali disposizioni, al fine di compensare la somministrazione di farmaci ospedalieri, la loro prima prescrizione deve essere accompagnata da un certificato medico dell'NHS o di un medico generico privato. Dovrebbe essere assicurato che il farmaco sarà somministrato in un ospedale o in una clinica privata.

In teoria, i farmaci possono essere somministrati anche ai centri sanitari che dispongono di letti di assistenza a breve termine e sono adeguatamente certificati dalle regioni sanitarie. Tuttavia, in questo momento, nessun centro sanitario è certificato.

Il certificato è valido per tutto il periodo di trattamento e deve essere dimostrato dal paziente in qualsiasi ricetta.

Sembra che ci siano molte domande sulle affermazioni dell'ospedale a EOPYY che ha emesso chiarimenti attraverso una circolare.

Si chiarisce che il certificato deve indicare che questo paziente (nome o cognome) riceverà il trattamento specifico - senza una descrizione dettagliata del dosaggio - in un'area specifica (ospedale pubblico o clinica privata) e sotto la responsabilità del medico firmatario.

In altre parole, il precedente parere è stato abolito e sono stati aboliti i dati dettagliati su malattie e farmaci.

Secondo EOPYY, "se il farmaco deve essere somministrato in un ospedale pubblico, il certificato è firmato dal medico curante. Se l'amministrazione deve essere eseguita in una clinica privata, il certificato deve avere la firma del medico responsabile della clinica senza è obbligatorio per questo medico avere la stessa specialità di terapista. "Un sigillo ospedaliero o clinico non è necessario".

Il certificato verrà somministrato una volta all'inizio del trattamento e sarà valido fino a quando il trattamento dura, con un massimo di due anni.

Tuttavia, per i prodotti medicinali somministrati per via parenterale (per via sottocutanea o intramuscolare), l'attestato riguarda solo la prima somministrazione e solo se il trattamento deve essere iniziato in un ambiente ospedaliero. Le medicine che possono essere avviate fuori dall'ospedale non hanno bisogno di conferma.

L'intera circolare, qui.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più