"No" dai dipendenti EKAB nel nuovo processo di trasferimento

Anonim

I rappresentanti dei lavoratori chiedono che l'emendamento sia ritirato e reintrodotto.

I dipendenti del Centro nazionale di risposta alle emergenze (OEDT) chiedono da anni la regolamentazione del processo di movimento dell'equipaggio e hanno ripetutamente denunciato le delocalizzazioni "rustiche" che indeboliscono la capacità operativa del centro.

Tuttavia, sia l'Associazione EKAB di Atene che la Federazione pan-ellenica dei dipendenti EKAB non sono d'accordo con l'emendamento presentato due giorni fa all'Assemblea, che prevede il trasferimento di funzionari su decisione del Presidente o su richiesta del funzionario o per coprire urgenze ha bisogno.

Secondo l'associazione, il regolamento svolge solo lo stato civile e l'anzianità di servizio pur non rispettando gli altri criteri stabiliti nel codice della funzione pubblica (ad es. Coaching, località).

La Federazione Pan-Ellenica respinge i viaggi di emergenza e sostiene che i trasferimenti devono essere effettuati con il consenso dei dipendenti e il parere conforme del Consiglio di amministrazione.

I dipendenti EKAB hanno presentato una proposta motivata per un regolamento transatlantico di trasmissione, chiedendo che l'emendamento in questione fosse ritirato e che la questione del viaggio fosse discussa.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più