Sclerosi multipla: perché lo zucchero dovrebbe essere evitato

Anonim

Bere bevande e altre bevande con zucchero può peggiorare i sintomi nei pazienti con sclerosi multipla, secondo un nuovo studio.

Sebbene lo studio sia piccolo e non provi una relazione causale, l'autore Dr. Elisa Meier-Gerdingh di St. Joseph a Bochum, in Germania, ha detto che la riduzione dello zucchero può offrire solo vantaggi.

"Sappiamo che le bibite non hanno valore nutritivo e che le persone con sclerosi multipla potrebbero dover prendere in considerazione la riduzione o l'eliminazione dalla loro dieta", ha aggiunto.

Ricercatori tedeschi hanno seguito i sintomi di 135 soggetti affetti da sclerosi multipla. I pazienti hanno fornito informazioni sulla loro dieta mentre il grado di disabilità è stato misurato su una scala da 0 a 10, con 0 che rappresenta quelli che non avevano sintomi e 10 che erano vicini alla morte a causa della malattia.

I ricercatori hanno scoperto che 30 pazienti hanno avuto una grave disabilità. Non c'era alcun collegamento tra la dieta generale dei pazienti e il loro grado di disabilità.

C'era, tuttavia, una connessione a una specifica categoria di alimenti: bevande zuccherate, come le bevande analcoliche.

I pazienti affetti da sclerosi multipla che hanno consumato la maggior quantità di bevande zuccherate - una media di 290 calorie o due lattine al giorno - erano cinque volte più probabilità di avere una grave disabilità rispetto a quelli che usavano raramente tali bevande, hanno detto i ricercatori.

Dei 34 pazienti che hanno bevuto la maggior parte delle bevande analcoliche, 12 erano gravemente disabili, rispetto ai 4 del 34 altro gruppo che ne consumavano di meno.

Il tasso medio di disabilità per il gruppo ad alto reddito era 4, 1, mentre per il gruppo a basso reddito il grado era 3, 4.

"I pazienti con sclerosi multipla vogliono sapere in che modo la dieta e certi cibi possono influenzare la progressione della malattia", ha affermato Meier-Gerdingh. "Anche se non abbiamo trovato una relazione con la dieta generale, è interessante che abbiamo trovato una relazione con coloro che hanno bevuto rinfreschi, succhi di zucchero e caffè e tè a base di zucchero", ha aggiunto.

I risultati dello studio saranno presentati alla prossima conferenza dell'American Academy of Neurology, che si terrà a Philadelphia, negli Stati Uniti, a maggio.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più