EOF consente annunci per la vaccinazione

Anonim

Esclude queste campagne pubblicitarie dagli attuali divieti.

In una nuova circolare che copre la pubblicità complessiva per prodotti farmaceutici, l'Agenzia nazionale dei medicinali (EMA) fornisce chiarimenti specifici per le campagne di vaccinazione.

Come esplicitamente affermato, "i divieti non si applicano alle campagne di vaccinazione effettuate dall'industria e approvate dall'EOF".

La ragione per esentare i vaccini dal divieto è di sensibilizzare l'opinione pubblica allo scopo di aumentare la copertura vaccinale della popolazione. Tenendo presente questo, questi annunci sono considerati principalmente concepiti per promuovere la vaccinazione piuttosto che il medicinale in questione.

In ogni campagna di vaccinazione, dovrebbe essere definita la durata della campagna e la sua possibile ripetizione a intervalli specifici. Inoltre, dovrebbe essere chiarito se il vaccino è stato incluso nel programma nazionale sui vaccini.

Queste richieste devono essere presentate direttamente alla Segreteria del Comitato per il controllo delle informazioni mediche e della pubblicità (attraverso il protocollo AEO) almeno 60 giorni prima dell'inizio della campagna.

È chiaro che la leadership del Ministero della Salute e dell'EOF sta cercando di intensificare gli sforzi per incoraggiare la vaccinazione, poiché in molti casi la copertura rimane bassa.

Tipico è l'esempio della vaccinazione antinfluenzale, che è stata inadeguata sia quest'anno che negli anni precedenti. Circa 1, 6 milioni di prescrizioni di vaccini contro l'influenza compaiono nel sistema EDIKA, mentre i gruppi ad alto rischio contano un numero molto maggiore di persone.

È indicativo che all'età di 60 anni - il primo e più numeroso gruppo ad alto rischio - circa il 30% viene vaccinato ogni anno.

La stessa circolare disciplina una serie di altre questioni riguardanti la pubblicità di prodotti farmaceutici,

Vedi i dettagli qui.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più