In 7 punti, i contratti dei medici con l'EOPYY inciampano

Anonim

Più disaccordi di medici.

Alcune distanze sembrano separare i medici e il Ministero della Sanità dalla questione dei contratti EOPYY. La negoziazione continua sui termini in base ai quali i medici specialisti si contraggono.

Secondo i medici, il contratto con medici di medicina generale, medici e pediatri è stato determinato senza previa consultazione e ciò ha comportato il rifiuto da parte di un gran numero di medici.

All'ultimo incontro rilevante con il Vice Segretario Generale del Ministero della Sanità, Stamati Vardar, i rappresentanti dei medici hanno formulato 7 punti di disaccordo con la convenzione proposta dal Ministero della Salute.

Nello specifico, secondo l'Associazione dei medici di EOPYY (ENI-EOPYY):

  1. La proposta del ministero non include criteri su come allocare i fondi previsti (80 milioni dal bilancio EOPY saranno assegnati). Inoltre, come riportato dai medici, "il funzionamento dei massimali mensili gratuiti del gruppo per regione e specialità crea condizioni di libera concorrenza che possono innescare meccanismi di domanda artificiale, a scapito della praticabilità di alcune pratiche e della razionale distribuzione delle visite alla popolazione".
  2. Il contratto aperto può ridurre al minimo la partecipazione delle parti interessate e sminuisce l'interesse dei medici.
  3. L'appuntamento dovrebbe essere controllato dal medico.
  4. Pagamento per transazione e caso è l'unico modo accettabile di compensazione e deve essere accompagnato da una dichiarazione delle ore di pratica disponibili a EOPYY a settimana e non ore esclusive.
  5. La piattaforma di eLearning on-line dovrebbe informare i cittadini sui risultati settimanali gratuiti.
  6. La proposta di una compensazione totale del 100% delle transazioni mediche (e non del 60% di autoreferimento) a casi con un rinvio da un medico di famiglia deve essere risarcita senza una riduzione di clawback dal bilancio corrispondente per le operazioni mediche.
  7. L'istituzione di un listino prezzi per la compensazione di atti medici in una pratica privata è in contrasto con la legislazione applicabile e le decisioni giudiziarie pertinenti.

Stamatis Vardas ha detto di aver sentito i medici e si è impegnato a migliorare il contratto proposto.

La negoziazione continua.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più