Solo un terzo degli scienziati della salute sono donne

Anonim

Le donne della scienza e della salute stanno dedicando l'odierna Giornata mondiale della donna all'Organizzazione mondiale della sanità.

Secondo gli ultimi dati, le disuguaglianze tra uomini e donne nelle scienze della salute rimangono, principalmente in Europa e in Nord America, dove solo il 30% - il 35% dei posti rilevanti sono coperti da donne.

In Europa, la Lettonia è la prima a essere trattata allo stesso modo nel campo della scienza e della salute, con il 51% di donne, seguita dalla Macedonia settentrionale e dalla Lituania, con circa il 50% ciascuna.

La Grecia è nel mezzo con il 38% degli scienziati e dei ricercatori che sono donne, mentre nell'ultimo posto in Europa è l'Olanda con solo il 25, 4%.

Al contrario, in aree come l'Asia centrale, l'America latina e i Caraibi, le posizioni sono condivise in modo più equo.

Allo stesso tempo, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) osserva che le scienziate stanno "combattendo" per emergere nella gerarchia. Rappresentano solo il 12% dei membri delle accademie scientifiche mondiali.

E mentre rappresentano il 70% dei professionisti del settore sanitario mondiale, rappresentano solo il 25% delle loro posizioni senior in questo settore. Inoltre, il 26% - 29% in meno rispetto agli uomini sono pagati nelle posizioni corrispondenti!

L'Agenzia ribadisce la necessità di politiche volte a facilitare l'accesso e il progresso delle donne in tali settori.

Messaggi Popolari

Per Saperne Di Più